Blog

Fotografo di Matrimonio Avellino - Salerno - Napoli

Fotografo matrimonio Roma come sceglierlo

Devi scegliere il fotografo per il tuo matrimonio a Roma (ma non solo) ma hai paura di sbagliare?

Ecco 6 consigli fondamentali per trovare il fotografo di matrimonio giusto per te!

fotografo-matrimonio-roma-agostino-de-maioE così stai per sposarti…

Immagino già quanto tu sia impegnato nella scelta degli abiti, delle scarpe giuste, per non parlare dei testimoni, del locale che ospiterà il pranzo e chissà quante altre cose! Eh sì, sono davvero tante le cose di cui devi occuparti e tutte sembrano importantissime.

Certo, il tuo matrimonio sarà un evento indimenticabile, 
il giorno più bello ed importante della tua vita e tutto dovrà
 essere assolutamente perfetto.

Ma hai pensato a che cosa resterà di tutto questo quando il giorno del matrimonio sarà passato? Che cosa rimarrà di tutto quello che tu e la persona da te amata avrete vissuto durante questa giornata memorabile?

Per rivivere insieme le gioie, i sorrisi e i pianti di quel giorno, scegli il giusto fotografo per il tuo matrimonio a Roma

Il fotografo del tuo matrimonio ha un’enorme responsabilità: catturare le immagini di quel giorno per renderle sempre vive, palpitanti ed evocative nonostante il tempo che passa.

Hai pensato a quello che potrebbe succedere se scegli la persona sbagliata? Lo so, hai paura di spendere troppo e quindi stai già pensando di affidarti all’amico che ti ha raccomandato tuo zio, perché ha la macchinetta professionale e una volta ha fatto le foto della spiaggia che poi su Instagram hanno raccolto bei voti, vero?

Complimenti, ti stai assicurando i risultati più disastrosi di sempre! La cosa migliore che potrebbe capitarti è di ricevere un CD pieno di immagini non sistemate e lasciarlo lì ad impolverarsi perché non sai proprio che diavolo farne…

Vuoi fare la stessa fine di

Alessandro ed Erica?

La cosa peggiore, però, è quello che è successo ad una coppia di miei amici qualche anno fa: Alessandro ed Erica. Partecipai al loro matrimonio e fu veramente un bell’evento, dalla cerimonia al delizioso pranzo a base di pesce, per non parlare della location incantevole scelta (un rinomato ristorante in una zona molto conosciuta e particolarmente frequentata in estate sulla Riviera del Conero, nelle Marche). Il problema fu proprio la scelta del fotografo per il loro matrimonio, ma, purtroppo per i due sposi, se ne accorsero solo alcune settimane dopo, una volta ricevute le foto.

Il fotografo incaricato era un nostro amico in comune, Pasquale, che sapevo essere un buon dilettante, ma nulla di più. Le mie perplessità vennero confermate tre settimane dopo, quando i due novelli sposi ricevettero le foto e… orrore!!! E’ difficile qui esprimere adeguatamente lo scempio immane che venne fatto da Pasquale, seppur in buona fede. Tra foto venute male perché sfocate o scattate nel momento sbagliato e foto maldestramente sistemate al computer con effetti e filtri scandalosi, l’intero CD contenente poco più di 300 immagini era praticamente tutto da buttare. Erano venute decentemente bene solo alcune foto in posa fatte al pranzo e alcune foto scattate in chiesa, ma si trattava tutto sommato di immagini di matrimonio secondaria importanza. L’unica foto importante venuta bene fu lo scambio degli anelli, almeno quello!

Per fartela breve, i due dovettero inscenare un remake del loro matrimonio, praticamente una tristissima farsa. Reindossarono così i loro abiti, richiamarono gli invitati (e per fortuna alcuni di loro accolsero l’invito) e ripeterono alcune situazioni e alcune pose sotto l’obiettivo di un fotografo professionista. Addirittura, dovettero far ripreparare pure la torta nuziale per rifare la foto del taglio: assurdo!

E tu vuoi fare la loro stessa fine? Se vuoi evitare un disastro e non vuoi buttare via tempo e soldi, allora leggi questo articolo fino alla fine, perché troverai 7 consigli fondamentali per scegliere il miglior fotografo per il tuo matrimonio.

fotografo- matrimonio- roma- agostino- de-maio-41. Il fotografo del tuo matrimonio deve essere un professionista!

Immagina di ritrovarti fra 30 anni con la tua adorata sposa o il tuo amato sposo, seduti insieme sul divano del vostro salotto, felici, scambiandovi teneramente gli stessi sorrisi e gli stessi sguardi che vi facevate quando vi siete innamorati, tenendovi per mano, mentre sfogliate l’album delle immagini del vostro matrimonio del giorno che vi ha unito per sempre.

Tutto questo non ha prezzo, vero? E’ per questo che dovrai assolutamente scegliere un professionista come fotografo del tuo matrimonio! Deve proprio avere un negozio fisico e, soprattutto, una regolare partita IVA. Se non ce l’ha, mandalo al diavolo e passa al prossimo!

Solo un fotografo professionista e davvero bravo nel suo lavoro saprà cogliere gli attimi che volano via, le emozioni sfuggenti sui visi degli invitati e di voi sposi. E solo lui saprà rendere le vostre foto vive e vibranti per regalarvi le stesse emozioni anche quando avrete qualche ruga in più sui vostri visi.

fotografo-matrimonio-roma-agostino-de-maio.5jpg2. Controlla sempre il suo portfolio!

Le chiacchiere stanno a zero. Credimi, quando inizierai a fare il giro dei fotografi per scegliere a quale di loro affidare le immaggini del tuo matrimonio, ne troverai tanti che avrebbero fatto meglio a scegliersi una carriera da oratore piuttosto che darsi alla fotografia.

“Sa, io sono il migliore sulla piazza, se sceglie me non può sbagliare!”

“Ué, non per
vantarmi, ma io sono il fotografo ufficiale del sindaco agli eventi ufficiali, non so se mi spiego…”

Però, sono solo le fotografie che contano! Le foto che ha scattato finora parlano per lui e ti dicono tutto quello che c’è da sapere.

Ti piace il suo stile? E’ bravo a cogliere i momenti, gli attimi, a catturare le emozioni che si manifestano sui volti delle persone, come un vero professionista che sa davvero il fatto suo? Insomma, visionando il portfolio del fotografo, potrai capire su di lui molte cose e fare una scelta oculata.

Inoltre, tra tutte le foto che ha fatto in passato, guarda soprattutto le foto che ha scattato ad altri matrimoni. Perché potresti trovarti di fronte a qualcuno che è bravissimo a catturare, per esempio, i paesaggi naturali, ma che come fotografo per un matrimonio potrebbe lasciare a desiderare.

fotografo-matrimonio-roma-agostino-de-maio3. Quale tipo di servizio preferisci?

Esaminando il portfolio di un fotografo, puoi anche capire quale stile predilige e fare la tua scelta anche in base a questo.

Gli stili possibili sono essenzialmente due:

Reportage: il fotografo lavora scattando le foto nei momenti in cui lui ritiene più opportuni, senza interrompere in alcun modo gli eventi, ma raccontando nelle sue foto tutto ciò che accade, nella maniera più naturale possibile. L’obiettivo è catturare immagini spontanee e vere, con il vantaggio di evitare la noia di doversi mettere in pose plastiche ed artificiali per “venire bene nelle foto”;

Foto posate o glamour: qui il fotografo interrompe di tanto in tanto i partecipanti, per chieder loro di mettersi in posa per le varie foto. In questo modo si vogliono immortalare i momenti più importanti e significativi della giornata, anche se questo va a scapito della spontaneità e della naturalezza. Un possibile vantaggio può essere quello di far risaltare gli sposi, in particolare la sposa, nel loro massimo splendore soprattutto nei momenti più importanti.

Scegli lo stile che preferisci e, di conseguenza, un fotografo per il tuo matrimonio che sappia padroneggiarlo con maestria.

Spesso, si utilizza uno stile misto tra i due: foto posate per i momenti più importanti e che devono essere ripresi per forza e reportage per il resto della giornata.

fotografo- matrimonio- roma-jpg4. Decidi il tempo di permanenza del fotografo al matrimonio

Stabilisci con il fotografo che sceglierai quanto tempo dovrà restare con voi il giorno del matrimonio.

Vuoi che scatti solamente le foto della cerimonia? Allora sarà sufficiente che il fotografo resti con voi solo per la durata della messa in chiesa o della cerimonia in comune.

Vuoi anche fotografare tutti i momenti fino al taglio della torta o all’inizio dei balli? Bene, decidi di conseguenza quanto tempo far restare il tuo fotografo affinché faccia le foto che desideri.

La cosa importante è la chiarezza tra voi e il fotografo scelto e che le condizioni siano stabilite prima dell’evento. Se vuoi che il fotografo che avete scelto per il vostro matrimonio sia presente a tutti i momenti che desideri siano fotografati, allora mettetevi d’accordo con lui in tempo e scrivete tutto su un regolare contratto.

fotogrfo-matrimonio-roma-agostino-de-maio-35. Ma tu ci staresti per tutto il giorno con quello lì!?

Gli aspetti tecnici sono importanti, come il portfolio, lo stile, l’attrezzatura, ecc… Ma non scordarti che dovrai relazionarti con il fotografo del tuo matrimonio per tutta la durata dell’evento, cioè praticamente per tutta la giornata! E anche prima, nei giorni precedenti, per prendere tutti gli accordi del caso, così come dopo, poiché dovrai risentirlo per farti consegnare le foto.

L’aspetto umano è quindi fondamentale e non devi trascurarlo. Valuta attentamente la simpatia e la cortesia del fotografo a cui vorrete affidare le foto del vostro matrimonio. Ma non solo: chiediti proprio se passeresti mai una giornata intera con una persona del genere. Perché può anche essere il fotografo più professionale e capace dell’intera regione, ma ci passeresti volentieri la giornata insieme se fosse anche superbo, supponente o volesse fare tutto di testa sua perché è lui quello bravo e sa lui quello che fa?

fotografo-matrimonio-roma-contratto-agostino-de-maio6. Pretendi che sia tutto messo per iscritto

L’ultimo consiglio che voglio darti oggi è di mettere tutto per iscritto in un regolare contratto. Specificate insieme tutte le condizioni relative alla prestazione professionale del fotografo per il vostro matrimonio. Non lasciare nulla al caso o al “famo a fidasse”, perché se poi ci sono imprevisti (e ci sono spesso, come ti ho raccontato) o cose non dette, è facile che ti ritrovi in brutte situazioni.

Stabilite insieme, dunque, il tempo di permanenza, il tipo di servizio, cosa è compreso nel prezzo e cosa no, i tempi di consegna (2 mesi vanno anche bene, un anno è decisamente troppo), i diritti di utilizzo delle immagini, ecc… E poi mettete tutto per iscritto e firmate.

Bene, ora sei in grado di scegliere adeguatamente il giusto fotografo per il tuo matrimonio. Inizia subito la ricerca!

E se hai trovato interessante questo articolo, condividilo ora su tutti i social network di cui fai parte: qualche tuo contatto potrebbe trovarlo utile 😉

Ciao e continua a seguirmi!

How to get married in Italy — a step-by-step guide for US citizens

If you are looking for something more interesting than traditional wedding at your local church, Italy is a perfect destination. The country of amore with it’s scenic locations is a popular choice among American celebrities. George Clooney & Amal Alamuddin, Tom Cruise & Katie Holmes, Emily Blunt & John Krasinski, Jessica Biel & Justin Timberlake — they all chose romantic Italian cities for the wedding ceremony. But you don’t have to be a Movie Star to tie the knot in Italy. I’m going to tell you what exactly do you need to do.

  1. Choose a destination

Whether you prefer scenic lake view, beach wedding or romantic historical landscapes, you are able to find all of that in Italy. So your first step is to decide in which city you would like to get married. Next, contact the authorities of the city or talk to the Priest who will marry you. Although most rules are the same state-wide, there are some differences between city laws. Double check the list of required documents and ask if the banns posting requirement can be waived. There is a provision that once Italian couple decides to get married, the announcement should be posted in the town hall for a certain period of time (from several days to two consecutive weeks). But since you and your spouse-to-be are not Italian residents this rule may be waived.

  1. Gather your documents 

In the US

First of all, you need to have passports and birth certificates with you. If this is not a first marriage for you or your spouse, then an evidence of termination of the previous marriage is also required. All the documents need to be translated into Italian by a certified translator and verified by Italian Consulate. You will also need an Atto Notorio from both the bride and the groom — an oath sworn that you are allowed to get married under US law. The sworn has to be made in front of two witnesses and Italian consul if made in the USA. If you have any questions, consular employees might be able to help you. They usually are very friendly and respond to emails well, so locate your nearest consulate and don’t be shy to ask.

Your last step in the US is to get an Apostile stamp on your original documents and translations in order for your documents to be legally valid in Italy. The Apostile can be obtained from the Secretary of State in the State the documents were issued.

In Italy

Other documents required by Italian law are Nulla Osta Form, this form confirms that you are free to get married, and Declaration of Intentions. After arriving in Italy you will have to visit the nearest Consular Section and sign the Nulla Osta form in front of the Consul. The Declaration of Intention to Marry is usually required by Civil Registrar and needs to be signed at least two days before the wedding.

  1. Enjoy the wedding of your dreams!

Italian landscapes and city views are perfect for an amazing wedding photoshoot, these are the memories to be kept forever! Whether you choose a classic church ceremony for your nuptials or prefer a civil marriage, both are fairly easy to arrange here in Italy. Italian law requires that you bring two witnesses to the ceremony. If no one in your group speaks Italian, an interpreter is mandatory.

Here is a tip: if you don’t want to bring witnesses with you and your dream is to run away with your future spouse and have a quiet marriage, you can ask your interpreter and a photographer to witness at the ceremony.